Pillole efficaci per la prostatite negli uomini

La prostatite è una malattia infiammatoria della prostata negli uomini con conseguenze pericolose per la salute riproduttiva maschile. La prostatite può essere curata con farmaci economici ed efficaci che eliminano sensazioni dolorose e gonfiore, aumentano l'immunità locale e accelerano il rinnovamento e la rigenerazione del tessuto prostatico.

Dolore in un uomo con prostatite

Caratteristiche della terapia farmacologica per la prostatite

La prostatite è una lesione infiammatoria della prostata che può manifestarsi in una fase acuta o cronica e ha varie cause. I farmaci per il trattamento della malattia sono selezionati individualmente, a seconda della loro forma e stadio, nonché dell'età e della salute generale dell'uomo.

Farmaci per il trattamento della prostatite cronica negli uomini:

  • farmaci antibatterici;
  • alfa bloccanti;
  • farmaci antinfiammatori;
  • supposte rettali;
  • glucocorticosteroidi (ormoni steroidei);
  • miorilassanti;
  • immunomodulatori;
  • complessi vitaminici.

La prostatite può essere batterica o non batterica. Nel primo caso, i microrganismi patogeni (stafilococchi, streptococchi) diventano la causa della malattia, nel secondo caso, la congestione nell'area pelvica.

Quando si sceglie il metodo di trattamento più efficace, è necessario tenere conto della causa dello sviluppo della malattia, che è determinata sulla base dei risultati dei test di laboratorio.

Farmaci efficaci per il trattamento della prostatite

La terapia farmacologica domiciliare ha lo scopo di eliminare le cause della malattia, inibire l'ulteriore sviluppo del processo infiammatorio, nonché eliminare il dolore e il disagio.

Il farmaco più efficace dovrebbe essere selezionato solo da un medico in base al tipo di agente eziologico della malattia, alla sua gravità, nonché all'età e alla salute dell'uomo.

Terapia antibiotica per la prostatite

Gli antibiotici sono agenti farmacologici obbligatori nel trattamento della prostatite acuta o batterica nei pazienti adulti. I farmaci antibatterici distruggono i microrganismi patogeni che hanno provocato lo sviluppo di un processo infiammatorio acuto o cronico.

Elenco di antibiotici ad azione rapida per la prostatite:

  • fluorochinoloni;
  • tetracicline;
  • penicilline;
  • macrolidi.

I fluorochinoloni sono antibiotici ad ampio spettro, quindi sono prescritti per diversi tipi e gradi di infiammazione. In una forma cronica avanzata di prostatite, i macrolidi o le tetracicline sono più efficaci.

La durata della terapia antibiotica per l'infiammazione della prostata è di almeno 4 settimane.

Per trattare la prostatite, i farmaci antibatterici vengono assunti in varie forme farmacologiche. Questi possono essere compresse per uso orale, supposte rettali, iniezioni endovenose o intramuscolari.

Uso di farmaci antinfiammatori

I farmaci antinfiammatori non steroidei vengono prescritti quando lo sviluppo della prostatite non è associato a patogeni batterici o quando la terapia antibiotica non ha prodotto i risultati attesi.

I farmaci antinfiammatori alleviano rapidamente i sintomi del processo infiammatorio e riducono il tono muscolare. Tali agenti farmacologici inibiscono l'ulteriore sviluppo dell'infiammazione, eliminano il gonfiore e hanno un pronunciato effetto analgesico.

Con l'uso prolungato, i farmaci antinfiammatori non steroidei hanno un effetto negativo sul rivestimento del tratto gastrointestinale. Pertanto, tali farmaci vengono assunti in corsi brevi (fino a 5-7 giorni) con una pausa settimanale obbligatoria.

I farmaci non solo eliminano i crampi nella zona pelvica, ma ripristinano anche la normale temperatura corporea, riducono la probabilità di trombosi e normalizzano il pieno funzionamento della prostata.

Trattamento con alfa-bloccanti

Gli alfa-bloccanti sono farmaci i cui effetti terapeutici mirano a normalizzare la minzione e ripristinare la funzione erettile negli uomini. Durante il periodo di esacerbazione della prostatite, si verificano spesso disturbi della funzione urinaria. In questi casi, viene prescritto il trattamento con alfa-bloccanti.

L'azione farmacologica degli alfa-bloccanti è diretta ai recettori del sistema nervoso simpatico, che regolano il tono della muscolatura liscia della vescica. I medicinali in questo gruppo sopprimono l'attività dei neuroni che causano la contrazione incontrollata dei muscoli pelvici. Questo aiuta a rilassare i muscoli dell'uretra e normalizzare la minzione.

Gli alfa-bloccanti vengono presi in un lungo corso - fino a 6-8 mesi.

Con l'uso di questi farmaci, il deflusso di urina si normalizza, le sensazioni dolorose durante la minzione scompaiono, le manifestazioni di infiammazione diminuiscono e l'ulteriore sviluppo si interrompe.

Somministrazione di supposte rettali

Le supposte rettali fanno spesso parte del complesso trattamento della prostatite e prevengono il peggioramento della malattia. Questi farmaci hanno molti vantaggi rispetto a compresse e capsule: data la somministrazione rettale, le supposte agiscono direttamente sul fuoco infiammatorio e forniscono un effetto rapido.

Le supposte rettali riducono al minimo gli effetti negativi della composizione del farmaco sui reni, sul fegato e sugli organi dell'apparato digerente. Le supposte contengono ingredienti efficaci, sicuri e naturali: raccolta di erbe, propoli, combinati con sostanze antibatteriche e antinfiammatorie.

Vengono utilizzate anche supposte rettali con semi di zucca. I farmaci antinfiammatori con effetti analgesici sono considerati efficaci.

Le supposte con enzimi sono spesso usate per trattare la prostatite. Accelerano il rinnovamento e la riparazione del tessuto prostatico a livello cellulare.

Le supposte rettali stimolano efficacemente la circolazione sanguigna nella piccola pelvi, sopprimono il processo infiammatorio, eliminano gonfiore e dolore e normalizzano anche il deflusso di urina.

I benefici degli ormoni

I farmaci ormonali per il trattamento della prostatite sono usati solo nei casi più gravi e avanzati. I glucocorticosteroidi devono essere prescritti solo da un urologo, l'automedicazione in questo caso non è accettabile.

L'azione degli ormoni ha lo scopo di eliminare le cause dello sviluppo del processo infiammatorio e prevenirne l'ulteriore sviluppo, ripristinando il normale stato della prostata e la piena funzione erettile.

I glucocorticosteroidi sono più efficaci nell'esacerbare la prostatite. Eliminano rapidamente i crampi dolorosi, normalizzano il flusso di urina e riducono il gonfiore. I farmaci antiandrogeni possono essere prescritti agli uomini più anziani per diminuire l'attività degli androgeni e prevenire la proliferazione del tessuto prostatico.

Durante il trattamento, si deve tenere in considerazione che i glucocorticosteroidi riducono le difese immunitarie dell'organismo. Pertanto, i farmaci ormonali sono vietati per gli uomini con HIV.

I farmaci ormonali vengono utilizzati quando gli antibiotici e gli antinfiammatori sono inefficaci.

L'uso di sedativi

Molti uomini sviluppano una prostatite molto grave, che è accompagnata da disfunzione erettile, deterioramento delle prestazioni sessuali e deterioramento della qualità della vita. Di conseguenza, la malattia influisce negativamente sul funzionamento del sistema nervoso e diventa causa di stress, ansia e depressione, attacchi di nervosismo e aggressività.

I sedativi di origine naturale e vegetale più utilizzati, che eliminano la tensione nervosa costante sullo sfondo di un forte dolore alla prostata, malattie delle vie urinarie e un deterioramento della qualità generale della vita.

Per il trattamento a lungo termine di una malattia cronica accompagnata da gravi disturbi mentali, vengono utilizzati antidepressivi più efficaci. Tali agenti farmacologici sono usati solo come indicato da un medico.

Antidolorifici

Nel caso in cui la prostatite sia accompagnata da forti crampi nell'area della prostata, vengono prescritti antidolorifici. Non solo fermano i crampi, ma stimolano anche il flusso sanguigno agli organi pelvici, normalizzano il deflusso delle urine e riducono il tono della muscolatura liscia del perineo. In questi casi, possono essere utilizzati miorilassanti.

In molti casi vengono utilizzati analgesici sotto forma di supposte rettali, ad esempio un medicinale che contiene estratto naturale di belladonna.

Quando si trattano con anestetici, si dovrebbe tenere conto del fatto che hanno solo un effetto sintomatico: arrestano i crampi dolorosi nella parte inferiore dell'addome, ma non hanno alcuna influenza sulla causa della malattia. Pertanto, gli analgesici vengono utilizzati solo in trattamenti complessi in concomitanza con antibiotici o farmaci antinfiammatori non steroidei.

Assunzione di immunomodulatori e vitamine

La diminuzione dell'immunità contribuisce alla rapida progressione del processo infiammatorio e rende il corpo suscettibile a vari virus, infezioni e agenti patogeni. In aggiunta al trattamento farmacologico della prostatite, viene quindi inevitabilmente prescritto il trattamento con immunomodulatori e complessi multivitaminici.

L'assunzione di immunomodulatori e complessi vitaminici nelle prime fasi della malattia aiuterà a prevenire lo sviluppo di complicazioni pericolose, come l'uretrite. Un'aggiunta efficace al trattamento farmacologico dell'infiammazione della prostata saranno vari integratori alimentari a base di erbe medicinali naturali, nonché il trattamento con rimedi popolari.

I più utili sono i complessi, che includono propoli e altri prodotti dell'apicoltura, semi di zucca, peonia d'anatra, ruscello di castoro, ortica, salice rampicante e frutti di bardana e palma sabal.

Efficacia del trattamento della prostatite

L'efficacia del trattamento farmacologico per la prostatite dipende non solo dai giusti farmaci farmacologici, ma anche dallo stile di vita di un uomo. Mangiare una dieta sana ed equilibrata, evitare alcol, sesso ed esercizio fisico regolare aiuta ad accelerare il recupero, prevenire efficacemente le malattie della prostata e mantenere la salute degli uomini.